Il campione Théo de Blic vola NOVA!

Alla fine del 2019, Théo de Blic ha annunciato che si sarebbe separato dal suo attuale partner Gradient. Da allora la scena del parapendio sta speculando su dove si muoveranno il tre volte campione del mondo di parapendio acro (2015 Synchro, 2017, 2019) e il tre volte campione del gioco acro. Ora sta facendo uscire il gatto dal sacco: Théo de Blic sta lavorando con NOVA. Motivo sufficiente per un'intervista con lui e con l'amministratore delegato di NOVA Sissi Eisl e il responsabile del design Philipp Medicus.

Théo, come è nata la collaborazione con Nova?


Théo: "È iniziato con la Coupe Icare 2019, il mio contratto con Gradient è scaduto il 31 dicembre 2019 e ho parlato con diversi costruttori di parapendio. NOVA era un potenziale partner a cui ero particolarmente interessato.


Come pilota professionista, la compagnia per cui volo è il mio sponsor più importante. Per questo devo sceglierlo con molta cura. Ho alcuni criteri che sono particolarmente importanti per me: La cosa più importante di tutte è il volo stesso! La mia passione per il parapendio è infinita. Quindi ho bisogno di un partner in cui le persone siano volantini appassionati quanto me. Voglio essere sulla stessa lunghezza d'onda della squadra, lavoriamo insieme in modo permanente. Deve sembrare una famiglia, una famiglia volante.


Poi voglio un'azienda che sia davvero interessata a me e che abbia bisogno anche delle mie competenze. Voglio essere utile al mio partner.


Ho anche bisogno di sentire che l'azienda è in grado di progettare un buon ombrello per me. Ho molta esperienza nel taglio delle vele acro, ma ho bisogno del supporto di una società per lo sviluppo della vela di base. Il team di ricerca e sviluppo, il designer e il reparto di produzione devono lavorare con me dall'idea al primo prototipo fino al prodotto finale. Il mio partner deve avere la motivazione e le competenze necessarie per soddisfare questi criteri.


Infine, ma non meno importante, voglio un partner serio e professionale - con una lunga storia aziendale e una buona reputazione. Ho una foto di quando avevo due o tre anni e stavo davanti a uno striscione di NOVA. Quindi conosco la storia di NOVA. Il marchio è da tempo un grande nome nel parapendio, solido e affidabile".




Sembra molto strategico e professionale. Ma come è iniziato esattamente?


Théo: "Dopo il primo contatto con NOVA ho controllato molto attentamente i miei criteri. Ho subito percepito che tutto il team ha una grande passione per il volo. Ad eccezione del contabile, ogni dipendente NOVA è un volantino. Parliamo la stessa lingua!


Fin dall'inizio NOVA ha mostrato grande interesse ad avermi a bordo e a beneficiare delle mie capacità. Erano semplicemente contenti! E poi mi hanno subito invitato nella loro sede di Terfens in Tirolo. Lì ho potuto incontrare tutti i dipendenti e conoscere meglio l'azienda e la sua visione. Ho parlato direttamente con Philipp Medicus, il responsabile dello sviluppo, e Fabian Gasteiger, il pilota collaudatore, che è un ottimo pilota acro. Ero davvero entusiasta di quello che ho visto e ho potuto immediatamente immaginare di lavorare in questo team. Ora sono contento che abbia funzionato. NOVA si adatta alle mie esigenze e ai miei desideri, e mi sento il benvenuto! Alla fine è anche una questione di istinto. E ci sta bene".


Sissy, come vedi questa collaborazione? Dopo tutto NOVA non è un marchio acro e Théo è conosciuto principalmente come un pilota acro.


Sissi: "Con noi è andata così come con Théo. Pensiamo molto attentamente a chi vogliamo lavorare e a cosa ci aspettiamo da esso.


Non abbiamo scelto Théo perché è il miglior pilota acro. Sarà una cooperazione a lungo termine che va ben oltre l'acro. Théo sarà l'ambasciatore del marchio NOVA. Volerà esclusivamente con alianti NOVA, presenterà i nostri prodotti e inoltre, ad esempio, presto farà una serie di tutorial, che si occuperanno di tecnica di volo in generale e non di manovre acro.


Théo non ha alcun contratto di sponsorizzazione con i marchi "lifestyle". Questo significa che in tutto ciò che fa, è totalmente concentrato sulla comunità del parapendio. Non deve fare video o acrobazie spettacolari per attrarre un vasto pubblico. Questo punto è importante per lui e per noi: attenzione al gruppo target dei piloti!


Siamo anche impressionati dal suo atteggiamento. Con la sua disciplina e la sua determinazione Théo ha cambiato completamente la scena acro - come fece Chrigel Maurer con gli X-Alps anni fa. Théo ha portato questo sport a un nuovo livello più professionale. Con questo atteggiamento si inserisce molto bene nella squadra di NOVA: non abbiamo più maschi alfa (più) nella squadra, tutti si riuniscono e lavoriamo in modo professionale e duro sui nostri obiettivi. Proprio come Théo. Mi sta bene".


Questo significa che NOVA costruirà in futuro delle vele acro?


Philipp Medicus, responsabile della ricerca e sviluppo di NOVA: "Prima di tutto stiamo costruendo l'ombrello perfetto per Théo. E con mia grande sorpresa, questo lavoro ci porterà ancora più lontano per le vele "normali". Più mi impegno con la vela acro, più lo trovo eccitante. Ci sono più somiglianze con le vele normali di quanto si pensasse in origine.


A prima vista l'Akro-Proto di Théo è una vela di 12 metri quadrati allungato con un profilo speciale e con quattro livelli di linee. Quindi non ha quasi nulla a che fare con le altre vele nostre. A un secondo sguardo, si è scoperto che alcuni requisiti sono simili: La vela deve essere stabile. Deve essere in grado di sgonfiare in modo affidabile lo stallo anche ad angoli di attacco elevati. Sì, anche il rapporto di planata è rilevante.


Come sviluppatore di parapendio affronto questi requisiti e problemi da una prospettiva completamente diversa, perché il concetto di base è completamente diverso. Questa nuova prospettiva permette nuove intuizioni e scoperte che sono rilevanti anche per le vele nostre "normali". Anche la prospettiva e le intuizioni di Théo stesso sono molto interessanti. Ha un'incredibile esperienza nello sviluppo di una vela acro".


Théo, sei un acro professionista e il tuo materiale è importante per i concorsi. Non avete avuto preoccupazioni perché NOVA non ha esperienza in questo campo?


Théo: "Proprio così, l'acro è la mia specialità e la mia passione. Ho iniziato con questo e sono conosciuto per questo. E quando volo per una compagnia, faccio volare solo le loro vele. Quindi, naturalmente, volerò con una vela acro NOVA.


Devo ammettere che all'inizio non ero sicuro al 100% di una vela acro NOVA... Ma quando abbiamo iniziato a discutere di questo, le cose sono cambiate. Oggi sono convinto che costruiremo insieme una grande vela acro. Abbiamo un prototipo che funziona già abbastanza bene! Philip e Fabian hanno fatto un buon lavoro. Sono impressionato da quanto potenziale abbia. Considerando che questa vela è la loro prima vela acro, hanno fatto davvero un ottimo lavoro.


Cosa farai esattamente per NOVA, Theo?


Théo: "Il mio compito principale sarà quello di rappresentare il marchio, generare contenuti, parlare con la scena, pilotare alianti NOVA, e rappresentarli ai rivenditori e alle scuole di volo. In sostanza sarò una "vetrina" per NOVA facendo quello che già faccio ogni giorno: volare ed essere parte della comunità del parapendio.


Continuerò a partecipare alle gare di acrobazia. Questo è il mio compito principale e su cosa si basa la mia immagine. Quindi è importante che io continui a partecipare alle competizioni - e speriamo di vincere. La cosa positiva è che NOVA ed io abbiamo firmato un contratto a lungo termine. Abbiamo tempo per fare grandi cose".


Sissi Eisl: "Théo ha un ampio raggio d'azione con i suoi video - sia tra i giovani piloti di parapendio che tra i non volatori. Molti non volatori entrano in contatto con il parapendio solo attraverso i video acro! E per molti giovani piloti acro è una motivazione per iniziare a praticare questo sport. Ma nell'addestramento, tutti iniziano con un EN Un aliante. Man mano che i piloti acro invecchiano, molti si sviluppano in ottimi piloti da cross country o da competizione. Sono comunque i migliori piloti tecnici. Così ogni pilota di acro è in seguito un potenziale cliente per le vele da cross e da competizione.


Parola chiave "volo attraverso il paese". Farai più XC in futuro, Theo?


Theo: "Non vado a fare la corsa campestre così spesso. A volte lo faccio, ma sono più un fan di Hike & Fly. Mi piace andare il più lontano possibile e poi volare. Quindi la maggior parte dei miei voli cross-country li faccio come Hike & Fly. Per me è molto divertente".


...e che dire delle gare di Hike & Fly?


Théo: "Oh sì, adoro le gare di Hike & Fly. Ho partecipato ad alcuni di essi negli anni passati e voglio sicuramente continuare a farlo anche in futuro. Adoro correre e volare in montagna.


Quest'anno il calendario delle gare acro è piuttosto pieno. Non avrò quindi il tempo di partecipare a tutte le gare di Hike & Fly che vorrei. Ma ne farò sicuramente un po'. Vorrei anche partecipare a una competizione come il DOLOMITENMANN. Non ho mai avuto una vela adatta a questo tipo di competizione, anche se ne sono sempre stato affascinato. Con il BANTAM ora ho la vela perfetta!


DOVE SIAMO

AIRPARKDOLOMITI

CONTATTO

Vendita vele per il volo libero in parapendio - imbraghi, paracaduti
d'emergenza ed accessori NOVA, HIGADVENTURE, NAVITER e altri marchi

 

Hai qualche dubbio?

CONTATTACI!

Tel: +39 3442884599

Email: info(at)flynova.it

AIRPARKDOLOMITI

Via Passua 10-4 (Roncadizza)

39040 Castelrotto (BZ)

  • Facebook - Weiß, Kreis,
  • Instagram - Weiß Kreis
  • YouTube - Weiß, Kreis,

VOLARE IN BIPOSTO

Emozioni e sensazioni uniche…
Vivi e realizza il tuo sogno: il volo libero in parapendio biposto nelle Dolomiti con Gardenafly!

AIRPARKDOLOMITI di Peter Gebhard   P.IVA:02908010214   

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Youtube
0